Insufflaggio fibra di cellulosa Thermofloc - isolamento cellulosa

Thermofloc è un materiale isolante naturale derivato dal legno e prodotto nello stabilimento Austriaco di Feistritz/ Drau mediante un processo di lavorazione della carta dei quotidiani destinata al macero e proveniente esclusivamente dal territorio italiano. Si presenta in fiocchi dal tipico colore grigio e permette di ottenere un isolamento cellulosa termico ed acustico di durata illimitata e realizzabile in poche ore di lavoro.

Il risultato è immediato: le capacità termiche e la consistenza del materiale infatti limitano al minimo la fuoriuscita del calore in inverno e l’ingresso del calore in estate fungendo da barriera rispetto all’ambiente esterno in ogni stagione.

La formulazione di Thermofloc, alla quale vengono aggiunte sostanze minerali coperte da brevetto internazionale e prive dei tanto temuti Sali di Boro e Ammonio (ancora presenti in quasi tutte le altre fibre di cellulosa), garantisce l’inattaccabilità da insetti e roditori ed una buona capacità di resistenza al fuoco:

classificazione B-S2-D0 (materiale difficilmente infiammabile, con limitato sviluppo di fumi NON TOSSICI in caso di incendio e senza gocciolamento oltre ad una elevata capacità di accumulo del calore che riduce la propagazione delle fiamme).

La struttura delle fibre rende la cellulosa Thermofloc un buon isolante acustico, in grado di abbattere, in funzione dello spessore anche 3-4 dB di rumori provenienti dall’esterno.

Thermofloc è un materiale eco-compatibile infatti Ogni tonnellata di fibra di cellulosa prodotta equivale ad una riduzione di 920 tonnellate di anidride carbonica emessa!

APPLICAZIONE IN PARETE:

l’installazione deve essere eseguita solo da personale qualificato per poter garantire un risultato ottimale e duraturo nel tempo e prevede l’utilizzo di una macchina Insufflatrice THERMOBLOW.

Il materiale viene applicato praticando dei fori di circa 3-4 cm di diametro ed iniettando il materiale a congrua pressione attraverso una pompa alimentata dal macchinario Thermoblow.

I fori si possono eseguire sia all’interno che all’esterno dell’edificio e vengono richiusi a termine dell’insufflaggio e potranno essere oggetto di facile ritocco da parte di un decoratore.

Il materiale iniettato a secco in parete si adatta perfettamente alla conformazione della cavità andando a raggiungere anche i punti più remoti e colmando completamente il vuoto, a differenza delle pannellature che spesso lasciano spazi vuoti. Per garantire la completa saturazione della parete durante l’installazione gli operatori eseguono delle videoispezioni per verificare lo stato dell’intercapedine e la presenza di ostacoli.

La durata dell’intervento varia da poche ore ad una giornata ed il risultato è immediato: basta considerare che 1 mq di parete isolato genera in un anno una riduzione di consumo di almeno 6/7 mc di metano arrivando anche ad un taglio del 25-30% sui consumi in funzione dell’intercapedine isolata.

INSUFFLAGGIO: Il SISTEMA APPLICATIVO

L’insufflaggio è una tecnica di installazione di prodotti sfusi (fibra di cellulosa Thermofloc, Insulsafe lana di vetro, Rockwool lana di roccia) che può essere impiegata per isolare:

  • Intercapedini dei muri perimetrali
  • Controsoffitti e contropareti
  • Solai sottocopertura
  • Coperture

TANTI VANTAGGI:

  • Massima efficacia in inverno ed in estate (differenza di circa 3°);
  • Nessuno spreco di materiale;
  • Isolamento pulito senza impatto ambiantale;
  • Intervento rapido ed economico;
  • Intervento non invasivo;
  • Nessuna riduzione degli spazi in casa;
  • Eseguibile con qualunque condizione climatica, tutto l’anno ed in ambienti abitati;

APPLICAZIONE SU SOLAIO SOTTOTETTO:

l’insufflaggio nei solai sottotetti può essere fatto sia in caso di ambienti con superfici calpestabili sia in caso di sottotetti inutilizzati, vediamo come.

Viene applicato direttamente sulla soletta un telo con la funzione di freno-vapore, sul quale viene poi insufflato uno strato di isolante in fibra di cellulosa Thermofloc di 20-30 cm; questo strato viene lasciato “all’aperto” o applicato in Thermo Bags, se l’ambiente non viene utilizzato, in caso contrario basterà creare una struttura con travetti lignei e chiuderla in OSB al fine di ricreare una cavità insufflabile ed al tempo stesso calpestabile.

VANTAGGI:

  • non occorrono ponteggi, impalcature e permessi per l’isolamento della copertura;
  • l’isolamento è efficace sia di inverno che d’estate a differenza dei tanti prodotti in lastra (Neopor, Xps, Eps ecc..)
  • non occorre smontare la copertura in quanto si interviene da sotto;
  • si può installare uno strato isolante anche molto superiore e di conseguenza molto più efficace dello spessore delle lastre normalmente impiegate su copertura (10-14 cm)

Per questi motivi l’isolamento del solaio permette:

  • un isolamento molto economico (nemmeno paragonabile alla spesa per isolare dall’esterno la copertura)
  • un isolamento veloce (da qualche ora ad una giornata di lavoro)
  • un isolamento a vita illimitata (non ci sono scadenze!)

isolando il solaio e non la copertura tegolata si risparmia un maggior quantitativo di energia, perché si evita che il calore, che per natura tende ad andare verso l’alto, si disperda nel sottotetto non abitato: con uno strato di circa 30 cm si riduce dell’80/90 % la dispersione di energia dal tetto

Richiedi subito il tuo preventivo Gratuito per tutta Italia

Vorrei isolare:
pareti perimetralicontrosoffitto/controparetisolaio sottotettotetto
Anno di costruzione :
precedente agli anni '60anni '60 '70anni '80anni '90dal 2000
Piano da isolare :
tettosottotettoterraprimosecondoterzooltre